Spiedini di pesce spada

image1-2

INGREDIENTI:

  • 12 Cubetti di pesce spada o tonno (4 cm per lato circa)
  • 8 Fette di pancetta
  • 8 Foglie d’alloro
  • 1 Limone
  • olio e sale

PROCEDIMENTO:

  • Infilare in ogni stecchino 3 cubetti di pesce spada o di tonno, tra un cubetto e l’atro infilare una foglia d’alloro e una di pancetta piegata in due.
  • Sistemarli in una teglia, salarli e spennellarli con olio.
  • Scaldare il grill del forno alla massima potenza e sulla griglia sottostante, cuocere gli spiedini per 10 minuti, poi girarli e cuocerli per altri 8 minuti.
  • Ritirarli dal forno, spruzzarli con qualche goccia di limone e servirli caldi.

ENGLISH TRANSLATION:

swordfish kebabs

Simple, good and fast!

INGREDIENTS:

  • 12 swordfish cubes or tuna (4 cm)
  • 8 slices of bacon
  • 8 bay leaves
  • 1 lemon
  • olive oil
  • salt

METHOD:

  • Tuck into each skewer 3 cubes of fish flesh.
  • Between a cube and other, put a bay leaf and a bent double bacon.
  • Place them in a baking dish, season with salt and brush with olive oil.
  • Heat the grill of the oven to the maximum and on the grid below, cook the skewers for 10 minutes, then turn them and cook for another 8 minutes.
  • Churning out the skewers, sprinkle with lemon and serve hot!

 

Sorry again for my terrible translations, anyway…I hope you understand ! 🙂

Enjoy 🙂

 

Gamberoni in salsa di cocco e curry

Sight_2015_10_30_115533_458

Non so voi ma io adoro questo connubio…cocco e curry, sarà che il suo gusto mi ricorda tanto i sapori che spesso ho incontrato viaggiando oltretutto è un piatto estremamente veloce da eseguire il che, non guasta!

Nella stessa identica maniera, ci cucino anche i petti di pollo, buonissimi anche loro!

INGREDIENTI:

  • 10 Gamberoni
  • 1 Piccola cipolla (tritata finemente)
  • 1 spicchio di aglio (tritato finemente)
  • 1 cucchiaino di polvere di curry
  •  200 ml di latte di cocco
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 5/6 pomodori pachino
  • olio
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO:

  • Inserire in un recipiente la cipolla, il succo di limone, il curry, il latte di cocco e un pizzico di sale, mescolare il tutto.
  • In una capiente padella versate qualche cucchiaio d’olio e lo spicchio di aglio tritato, fate andare qualche secondo a fuoco vivace ed inserite i gamberoni e i pachino tagliati a metà, quando i gamberoni prenderanno colore, versate la mistura con il latte di cocco e se serve, aggiungete qualche cucchiaio di acqua.
  • Quando il latte di cocco si sarà ristretto un pochino, tanto da diventare una cremina, spegnete il fuoco, metteteli nel piatto spolverandoli con un pizzico di pepe e serviteli caldi accompagnati con riso bianco o insalata.

Polipo al rosmarino su crema di ceci

Phototastic-24_08_2015_503eafb4-2d46-40e1-a37e-49176399e37b

Ho fatto un milione di volte questa ricetta perché veramente semplicissima e con pochi ingredienti,  se fatta con i ceci in scatola come in questo caso, anche abbastanza veloce!  È buono sia caldo che freddo ma l’ideale è il polipo a temperatura ambiente e la crema di ceci tiepida!

INGREDIENTI:

  • 1 polipo da 700g circa (congelato o fresco)
  • 2 barattoli di ceci precotti (o se preferite cuocete quelli freschi)
  • aglio
  • rosmarino
  • pepe
  • olio
  • sale
  • peperoncino (facoltativo)
  • brodo vegetale

PROCEDIMENTO:

  • Se il polipo è fresco riempite una pentola con acqua fredda e mettete un peperoncino, un rametto di rosmarino, un bel po di sale e fate bollire.
  • Immergete il polipo nell’acqua bollente e lasciatelo cuocere per 20 minuti senza coperchio,  ogni tanto, togliete la schiuma che si formerà nella pentola.
  • Passati i 20 minuti di cottura spegnete il fuoco, mettete un coperchio e lasciate il polipo nella pentola per altri 20 minuti.
  • scolate e tagliate a pezzetti
  • Se invece usate un polipo congelato, mettetelo senza scongelarlo nella pentola a pressione.
  • Aggiungete 2-3 dita d’acqua, (non deve essere totalmente coperto)
  • Aggiungete un pizzico generoso di sale, uno spicchio d’aglio, un peperoncino e un rametto di rosmarino.
  • Chiudete la pentola a pressione e mettete sul fuoco, appena inizia a fischiare, fate cuocere per 15/20 minuti, dipende dal peso.
  • Passati i 20 minuti, spegnete il fuoco e lasciatelo freddare completamente nella sua acqua e con il coperchio.
  • Una volta freddo, tagliatelo in pezzi.
  • Scolate le 2 scatole di ceci e sciacquateli sotto l’acqua.
  • In una padella mettete uno spicchio d’aglio e un po d’olio, fate insaporire e eliminate l’aglio.
  • Trasferite i ceci scolati nella padella, aggiungete un po di brodo vegetale caldo e coprite con un coperchio mescolando di tanto in tanto. (se serve aggiungete ancora brodo vegetale)
  • Quando i ceci si saranno ammorbiditi (…perché anche i ceci in scatola sono duri…) salate, pepate e spegnete il fuoco.
  • Trasferite i ceci nel mixer, aggiungete un cucchiaio d’olio e frullate il tutto. Se il composto vi sembra troppo duro aggiungete ancora nel mixer un pochino di brodo.
  • Trasferite la crema di ceci sul piatto, distribuiteci sopra il polpo, mettete il rosmarino, l’olio a crudo e servite.

Sapori di ” Iddu”

Phototastic-07_06_2015_de569348-883e-47a9-aeb1-491572591690Ed eccomi qui, sono tornata a casa dopo una breve vacanza di 6 giorni nella mia tanto amata isola, un luogo unico, dove i profumi dei limoni e dei fiori sono inebrianti, dove l’odore dolciastro dei fichi che cadono in terra e l’aroma dei capperi che in alcuni vicoli ti assale prepotentemente, rimane per sempre stampato nelle memorie olfattive, dove il giallo delle profumate  ginestre sale verso la nera e brulla montagna disegnando inaspettati contrasti e ancora, dove i colori di sgargianti bouganville  intrecciandosi tra loro coprono i candidi muri delle case, sembrano voler fare a gare a chi per prima ne guadagnerà la vetta  e con lei, anche l’ultimo spicchio di sole prima del tramonto che come nelle scene dei film più romantici, colorerà poi il mare di ogni tonalità di rosso. Un isola viva, che respira con te, che comanda e intimorisce per ciò che è realmente, un vulcano attivo, ma che è comunque capace di farsi rispettare ed amare dalla sua gente.

Il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra, ecco i 4 elementi da cui trae origine ogni sostanza di cui è composta la materia, e tutto questo, solo su una piccola superficie di 12,2 km2,  sarà per questo che io la trovo unica, sarà anche per questo che  qualcun altro invece, ne rimane addirittura inorridito a tal punto di scappare via da lei  il giorno dopo, o sarà per questo che altri come me, dopo averla ascoltata con attenzione, ne rimangono intrappolati per tutta la vita. Lei è così, o la ami per sempre da subito o non l’amerai mai. Lei, o per i più intimi “Iddu” è li, nelle isole Eolie…si chiama Stromboli.

“Iddu”, ossia egli o lui,  è in realtà il termine che indica il vulcano.

Chiaramente oltre a crogiolarmi nelle meraviglie di Stromboli, ho anche cucinato e non potevano certo mancare all’appello 2 piatti a base di pesce spada.

                                      INVOLTINI DI PESCE SPADA

Phototastic-07_06_2015_2a7618b1-4691-41ac-84d5-6eb9da4cb382 INGREDIENTI

  • 400g Pesce spada tagliato sottilissimo
  • La mollica di un panino ( per i celiaci gluten free)
  • Prezzemolo
  • Origano
  • 1 pezzettino d’aglio tritato finemente
  • 3 cucchiai di pecorino
  • Sale
  • Pepe
  • Olio

PROCEDIMENTO

  • In una ciotola fare una mistura di mollica di pane, prezzemolo tritato, aglio tritato, sale, pepe, origano, pecorino e 4-5 cucchiai di olio. mescolare bene il tutto e metterne un mucchietto su ogni fettina di pesce spada, arrotolare e formare l’involtino.
  • Chiudere con uno stuzzicadenti.
  • Fate aderire sull’involtino la mistura di mollica che vi avanzerà, posizionateli su una teglia e infornateli a forno già caldo a 180° per pochissimi minuti, 3-4 minuti per parte direi, altrimenti si induriranno. Usate solo il grill

SPAGHETTI CON PESCE SPADA AROMATICO

Phototastic-04_06_2015_1ed7e391-5c4f-42cf-90c8-d5209b36ec96

INGREDIENTI

  • 400g Pesce spada
  • 1 Cucchiaio di pinoli tostati
  • 1 Cucchiaio di capperi
  • 2-3 foglie di menta
  • 5-6 Pomodori pachino
  • Vino bianco per sfumare
  • Cipolla
  • Aglio
  • Peperoncino
  • Olio

PROCEDIMENTO

  • Tagliare a cubetti il pesce spada
  • Preparare in un capiente tegame un soffritto con cipolla e peperoncino, aggiungere i pachino, un po di prezzemolo e in ultimo il pesce spada
  • Sfumare con il vino.
  • A parte preparare un trito con i pinoli, i capperi, l’aglio, la menta, il prezzemolo e l’olio, tutto a crudo.
  • Quando la pasta è cotta, mantecarla nel tegame con il pesce spada e aggiungere il trito alla fine.

PER CHI NE AVESSE VOGLIA ECCO ANCHE UN’ASSAGGIO DI STROMBOLI

                                     

Baccalà alla Vicentina

IMG_2048

PER CELIACI E NON 

Per 4 persone

Non so voi ma io il baccalà lo adoro ! lo amo in tutte le salse, al forno, alla Livornese, alla Siciliana, con le patate , con i peperoni, irresistibile fritto, in umido, panato, col pomodoro, per non parlare poi delle polpette di baccalà insomma …che vi devo dire, io lo mangerei pure in testa a un tignoso come si suol dire! In cima alla lista? il baccalà alla Vicentina…semplice, veloce, gustosissimo e…ovviamente perfetto per celiaci e non !

INGREDIENTI

  • 1 kg di baccalà ammollato
  • 5/6  acciughe
  • 400g di cipolle
  • mezzo litro di latte
  • olio
  • farina senza glutine o farina normale  per infarinare il baccalà
  • sale
  • pepe
  • 5 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 100g di parmigiano grattugiato ( nella foto che vedete su, il parmigiano non c’è, non lo avevo! )
  • 200g di cipolla

PROCEDIMENTO

Preriscaldate il forno a 180°

  • Affettare finemente la cipolla e rosolarla in un tegame con l’olio, aggiungere le acciughe tagliate a pezzetti e farle sciogliere, in ultimo, a fuoco spento, aggiungere il latte, il sale, il pepe e il prezzemolo
  • mescolare il tutto
  • tagliate il baccala in pezzi uguali e infarinarli leggermente
  • disporre i pezzi di baccalà in una pirofila e coprirli con la salsa di latte, se necessario aggiungere altro latte (devono essere coperti)
  • infornare a 180° per circa un’ora, di tanto in tanto aprire il forno e agitare soltanto il tegame senza mai girare i pezzi di baccalà

Attendere che il latte si rapprenda un pochino prima di servire (circa 15/20 minuti)

Servire con polenta !

ENGLISH TRANSLATION

VICENTINA SALTED COD/stockfish ( desalted) 

INGREDIENTS

  • 2,2 lb desalted stockfish
  • gluten free  flour or all purpose flour for dusting the stockfish
  • 2 cups of milk
  • 5/6 anchovies
  • chopped parsley
  • oil
  • salt
  • pepper
  • two large onions

PROCEEDINGS 

  • PREHEAT THE OVEN TO 356 F
  • Finely chop the onions and cook then in a pan
  • Add the anchovies and let them dissolve
  • turn off the heat and add the milk, chopped parsley, salt and pepper. Mix well
  • Cut into equal pieces stockfish and flour it  lightly
  • Place it in a baking dish
  • Cover with the sauce of milk and anchovies
  • Make sure that the fish is well covered by milk (if necessary, add more milk)
  • Place the pan in the oven
  • bake for an hour
  • occasionally shake the pan without stirring

Wait twenty minute before serving.

I hope that the translation is understandable  🙂